Prima e dopo: come è stato aggiornato un interno datato.

La designer ha ristrutturato il suo appartamento e condiviso idee e consigli per risparmiare. Questo soggiorno con cucina era da tempo bisognoso di trasformazione: dopo 10 anni vissuti lì, il tavolino da caffè non si è mai trasformato in un tavolo da pranzo e ha causato molte incomodità, il camino ha smesso di piacere e l’abbondanza di verde ha stancato. La designer Anna Morozova ha fatto una ristrutturazione, ha scelto una nuova tavolozza di colori e ha sostituito i mobili. E ha condiviso con noi i dettagli della ristrutturazione.

 

Innanzitutto ci siamo liberati della noiosa carta da parati verde e del laminato rosso. Invece, abbiamo posato tavole di rovere ingegnerizzato e dipinto le pareti. Le strette battiscopa in plastica sono state sostituite con larghe bianche in poliuretano.

Il soffitto teso si muoveva costantemente sotto l’influenza dell’aria calda e fredda, mettendo periodicamente a nudo i cavi. Il nuovo controsoffitto in cartongesso ha permesso di spostare senza dolore la TV su un’altra parete e installare lampade in gesso che hanno sostituito il lampadario centrale.

Il soggiorno aveva una forma irregolare, quindi serviva un tappeto insolito. La pelle di mucca, riverniciata per assomigliare a una zebra, si adattava perfettamente. Sullo sfondo della pelle, uno sgabello etnico vecchio, acquistato molti anni fa, è diventato molto attuale. Su di esso c’è una lampada fatta a mano dalla ceramista Natalia Bedredinova. E l’accento principale del soggiorno era un dipinto luminoso e insolito dell’artista contemporaneo Dmitry Artishchev.

Tutte le piastrelle in cucina sono state sostituite. Il condotto dell’aria ha iniziato a somigliare a una stufa piastrellata grazie alla collezione „Surrey“ di Kerama Marazzi. Ma il pavimento e il piano di lavoro sono stati decorati con piastrelle di porcellana dal bellissimo nome „Labirinto“ della fabbrica italiana ABK.

In cucina ho bisogno solo di una luce soffusa nell’area di lavoro. Non avevo mai usato prima la luce a soffitto, quindi mi sono liberato del lampadario. Ma poiché i soffitti nella zona della cucina non sono stati cambiati, la lampada è stata rimossa dal punto in cui pendeva il lampadario. Il lungo cavo ha permesso di appendere il paralume direttamente sopra il tavolo e creare un’atmosfera accogliente e intima.

Quasi tutti i mobili sono di produzione russa. La falegnameria DrakeWood ha sostituito le vecchie facciate della cucina con delle nuove, ha ampliato il soppalco e ingrandito la sezione sinistra, il che ha permesso di alzare il forno a microonde. Allo stesso tempo, ho lasciato il piano in pietra acrilica della cucina precedente.

I muri sono stati ridipinti di un colore diverso, le piastrelle attive sono state smorzate con un tappeto monocromatico e i mobili sono stati parzialmente sostituiti. Piatti dipinti, una volta regalati a me dall’artista contemporanea Olga Kaplan, hanno trovato il loro posto nella loggia. E sopra la sedia restaurata degli anni ’60 c’è un dipinto dell’artista contemporanea astratta Olga Shagina.

Rating
( No ratings yet )
Like this post? Please share to your friends:
Amazing Stories

Videos:


Related articles: